invito

Progettata, costruita, allestita e guidata dagli studenti delle classi 4A, 4BLSA, 4C, 5C, 5D del Liceo Aselli, la mostra Macch’ingegni: idee che ingranano” è stata allestita presso il Museo di Storia Naturale da sabato 10 settembre a domenica 29 gennaio.
Nata dall’intento del Comune di Cremona di coinvolgere le scuole come parti attive nel grande progetto culturale legato alla mostra su Janello Torriani: genio del Rinascimento, la mostra è rimasta aperta dal 10 settembre fino al mese di Gennaio presso il Museo di Storia Naturale. Ad essa hanno lavorato studenti e insegnanti del liceo scientifico Aselli, che vanta una consolidata tradizione di collaborazione col sistema museale sul versante delle mostre scientifiche, ormai entrate nel DNA dell’offerta formativa del liceo da circa un ventennio. In questa, come nelle ultime mostre del Liceo, gli studenti sono stati coinvolti direttamente in veste di progettisti, costruttori, allestitori degli spazi museali, ideatori dei supporti esplicativi multimediali. Attività, queste, rivolte a tutti gli studenti delle classi coinvolte, non solo agli studenti “più bravi”: anzi, l’esperienza di questi anni ha dimostrato quanto il lavoro nelle mostre contribuisca a far emergere le più varie competenze, da quelle manuali a quelle relazionali-comunicative, che difficilmente trovano possibilità di emergere in classe.
In questa come in altre occasioni, gli studenti sono diventati valide e apprezzate guide per tutti i visitatori, dai piccoli alunni delle materne, ai visitatori più “maturi” che conservano la passione per l’apprendere. 
La mostra dell’Aselli, proseguendo con un accentuato aspetto interattivo su alcune tangenti tracciate dalla mostra dedicata a Janello Torriani, ha consentito ai visitatori di comprendere i segreti dei dispositivi meccanici del genio cremonese (nonché delle successive tappe dell’ingegno umano), mettendo mano sui semplici congegni costruiti per l’occasione. Gli studenti-explainers e i video disponibili sui maxi schermi touch hanno guidato per tutta la durata della mostra i visitatori nell’esecuzione di piccoli esperimenti interattivi, adatti e coinvolgenti per tutte le età. Ne sono prova gli oltre 3500 visitatori che sono affluiti alla mostra, fra i quali 80 scolaresche provenienti anche da fuori provincia (dalle scuole materne alle scuole superiori), gruppi culturali e tante tante famiglie. 
Insomma, un’attività sicuramente arricchente sia per il territorio, sia per il liceo. Questi oggetti infatti, così come tutto l’apparato multimediale, costituiscono un piccolo patrimonio e una testimonianza che la scuola utilizzerà per valorizzare la sua didattica, mostrando ancora una volta la bellezza del realizzare concretamente.

Clicca qui sotto per ingrandire il volantino della mostra

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione